Home Page Recensioni Black Metal Recensioni Thrash / Death Recensioni Grey Area Recensioni Demo Forum Live e Festivals Interviste e Report Links Contatti e Staff

Aeternitas Tenebrarum Music Foundation

1305 recensioni totali
lette 2068764 volte
cerca una recensione:
  
.
.

Furor Gallico
390 b.c. The Glorious Dawn
[2009]

La Setta
Rito 1
[2007]

Neravendetta
Demo 2009
[2009]

Decreto K
La Tomba Reclama la Tua Carne
[2006]

Nocturnian
God Is A Lie
[2008]
.

.
Aggiungi ai Preferiti
Metti come Pagina Iniziale
Segnala ad un Amico
.
OnlineUtenti connessi:: 2
2998787 pagine viste dal      09.08.05
BMOL ver.5.0 by MatMa
 


Furor Gallico
390 b.c. The Glorious Dawn
2009




Autore: Fenrir
Letta: 4713 volte
Sito Ufficiale: http://www.myspace.com/furorgallico
Voto: 7.5

Finalmente sono riuscito ad avere questo demo. Già diversi mesi fa puntai il dito su questa band definendola "promettente" senza stare a pensarci su troppo. Bene, come spesso mi capita, anche stavolta ci ho visto lungo, e ribadisco che i Furor Gallico promettono bene, molto bene, e che se continueranno a sfornare canzoni come queste, ce li troveremo a calcare palchi importanti assieme a band come Finsterfrost e Eluveitie.

Quattro canzoni, tutte estremamente orecchiabili e ben registrate. Due cantate in inglese, due in italiano –e questo non può che farci piacere, anche perché i testi, una volta tanto, sono belli. Come ben si evince dalla copertina, i Furor Gallico suonano un Folk Metal molto convincente. Voci pulite, growl e scream si alternano in continuazione, ora seguendo melodie più "folkeggianti", ora parti decisamente più "pesanti" e "tirate". I temi trattati sono inerenti bene o male al retaggio dell’Insubria, antica terra grossomodo identificabile nei territori compresi tra il Po e i Laghi Prealpini, abitata da popolazioni Celtiche ritenute fondatrici di Milano. L’aura di antichità è sottolineata – e qui sta la forza della band - dall'uso continuo ma non invadente di diversi strumenti tradizionali: arpa celtica, violino, bouzouki e molti altri. Un bel tripudio di sonorità folk e di dichiarazioni d’amore alle popolazioni celtiche, dunque.

Sulle canzoni non ho particolari preferenze; sono tutte belle, si possono ascoltare un’infinità di volte senza mai stancarsi. Tra le quattro quella che preferisco è "La Caccia Morta", ma è ovvio che è solo un mio parere personale. Nota finale: la voce di Pagan. Se su questo demo avesse cantato come cantava nelle tracce presenti sulla loro pagina myspace, non avrei esitato a bocciarlo con considerazioni del genere "se volete fare il salto di qualità, cambiate il cantante" e simili. Ora invece non posso non restare positivamente colpito dal miglioramento della sua ugola, finalmente all’altezza dei brani proposti.

Conclusione: i Furor Gallico sono una band su cui puntare. Il Nord Italia è una terra ricca di tradizioni e storie tra loro differenti, e l'esterofilia di chi infarcisce i propri lavori di richiami alla Norvegia sta diventando decisamente imbarazzante. Le nostre sono terre con un passato decisamente interessante e variegato, è tanto difficile accorgersene? Se ne avete la possibilità, pigliatevi 'sto demo; almeno avrete la prova che qualcuno se n'è finalmente accorto. Ora non ci resta che pazientare e aspettare qualche altro loro lavoro, sperando che ce ne saranno altri.


Track List:

01. The Gods Have Returned
02. La Caccia Morta
03. Cathubodva
04. Medhelan



VERSIONE STAMPABILE

TUTTE LE RECENSIONI PER QUESTA BAND
Cover
Recensione
Autore
Voto

Furor Gallico
390 b.c. The Glorious Dawn

2009
Fenrir
7.5

www.blackmetalonline.com ©2002-2008